PRIMA PAGINA
faq
Mappa del sito
Temi caldi
Temi caldi
Notizie
Attualitą
Politica
Economia
In Europa
Nel Mondo
Contrappunti
Intorno a noi
Cittą e Quartieri
La Regione
Religione
Notizie e commenti
Cattolici e politica
Documenti ecclesiali
Link utili
Cultura
Libri
Cinema
Musica
Fumetti e Cartoni
Teatro
Arte ed eventi
Storia
Scienze e natura
Rubriche
Focus TV
Sport
Mangiar bene
Salute
Amore e Psiche
Soldi
Diritti
Viaggi e motori
Tecnologia
Buonumore
Login Utente
Username

Password

Ricordami
Dimenticata la password?
Indicizzazione
Convenzioni


Contrappunti
I cocchi di mamma Stampa E-mail
18/07/06

Un pilota della Lufthansa (la compagna di bandiera tedesca), che stava portando in gita una scolaresca dell'Istituto Massimo (una delle più prestigiose scuole romane), ha fatto scendere i ragazzi dall'aereo allo scalo di Amburgo perché la loro "vivacità" non garantiva la sicurezza del volo.

I ragazzi non sono statuine, vivaddio. Ma c'è ancora qualche adulto (genitore, insegnante) che sappia far capire quando non è il momento della goliardia? (Senza cadere subito nel vittimismo e nel facile stereotipo del "tedesco troppo rigido"?)

Riportiamo (e sottoscriviamo) il commento di un lettore de Il Foglio, in una lettera del 6-7-2006

"Ci risiamo, i ragazzi della scuola bene di Roma hanno fatto casino e sono stati cacciati dall’aereo. Apriti cielo. Una mamma ha commentato scandalizzata che i poveri “bambini” (età fra gli 11 e i 15 anni) sono stati scortati con i lampeggianti. E allora? Ma c’è di più, ai poveri “bambini” hanno osato persino chiedere i documenti. Un atto di una crudeltà impressionante, tanto da richiedere l’intervento del sindaco Veltroni il quale si è accertato che ai prigionieri fosse applicata la convenzione di Ginevra. Da bambini è capitato a tutti di fare bischerate, ma una volta scoperti la prima preoccupazione era dover affrontare il disappunto dei genitori. Adesso al povero pargolo è perdonato tutto: la colpa è di chi non capisce la sua creatività. Magari i genitori sono gli stessi che dicono che la scuola va a rotoli a causa della riforma Moratti. Torna alla mente il mai dimenticato urlo di Bracardi: 'In miniera!' ".

                                                      Federico Confalonieri, Milano



Giudizio Utente: / 1

ScarsoOttimo 




Ricerca Avanzata
Aggiungi questo sito ai tuoi preferitiPreferiti
Imposta questa pagina come la tua home pageHomepage
Agorą
Lettere e Forum
Segnalazioni
Associazionismo
Comunicati
Formazione
Dagli Atenei
Orientamento
Lavoro
Concorsi
Orientamento
Impresa oggi
Link utili
Informazione
Associazionismo
Tempo libero
Utilitą varie
Link consigliati
Zenit.org
La nuova Bussola
   Quotidiana
Storia libera
Scienza e fede
Il Timone
Google
Bing
YouTube
meteo
mappe e itinerari
Google Maps e
  Street View
TuttoCittà Street
  View
Link amici
Facciamoci sentire



Questo sito utilizza Mambo, un software libero rilasciato su licenza Gnu/Gpl.
© Miro International Pty Ltd 2000 - 2005