PRIMA PAGINA
faq
Mappa del sito
Temi caldi
Temi caldi
Notizie
Attualitą
Politica
Economia
In Europa
Nel Mondo
Contrappunti
Intorno a noi
Cittą e Quartieri
La Regione
Religione
Notizie e commenti
Cattolici e politica
Documenti ecclesiali
Link utili
Cultura
Libri
Cinema
Musica
Fumetti e Cartoni
Teatro
Arte ed eventi
Storia
Scienze e natura
Rubriche
Focus TV
Sport
Mangiar bene
Salute
Amore e Psiche
Soldi
Diritti
Viaggi e motori
Tecnologia
Buonumore
Login Utente
Username

Password

Ricordami
Dimenticata la password?
Indicizzazione
Convenzioni


Contrappunti
Lasciamo vivere la speranza Stampa E-mail
Non bisogna aver paura di guarire
08/11/05

crisafulli_baciatodallamamma.jpg  schiavo_terri.jpg
Il grande giocatore di poker è il grande "bluffatore", colui che riesce a vincere con una semplice coppia. Sa mantenere grande freddezza, dissimulare i suoi sentimenti e, soprattutto, approfittare della paura degli altri giocatori.

Quante volte abbiamo avuto paura di "vedere" un bluff? Quante volte ci siamo ritratti di fronte ad impegni che ci sembravano al di sopra delle nostre possibilità, ed invece erano alla nostra portata? Quante volte la paura è stata più forte della speranza?

Un grande bluffatore è la malattia. Se abbiamo il coraggio di andare a "vedere", scopriamo che in questi casi l'affetto è una medicina potente: per guarire, forse; per affrontare gli eventi con serenità, sicuramente.

Se invece vince la paura, può capitare che giriamo la testa; che un malato in coma ci sembri morto; che il sorriso grato e pieno di umanità di una Terri Schindler Schiavo sembri - a giudici e medici senza cuore - il "riflesso" di un vegetale; che un Salvatore Crisafulli debba ascoltare - senza poter gridare la sua rabbia - medici che dicono: "questo è morto, non sente niente". Se vince la paura, può capitare che la risposta giusta ci sembri la fuga: l'eutanasia; e magari ci sforziamo pure di farla sembrare qualcosa di compassionevole...

Due storie a confronto: Terri non ce l'ha fatta, Salvatore sì, diventando la testimonianza vivente di come siano fragili - e vili - molte nostre paure.

 Se però la paura collettiva si sposa con gli interessi economici, allora diventa un nemico davvero duro, che induce i media a stendere un velo di silenzio su queste storie...

La citazione  
"Chi diventa indifferente ai delitti commessi contro gli altri ha scavato una fossa per se stesso" (Sholom Asch)



Giudizio Utente: / 2

ScarsoOttimo 




Ricerca Avanzata
Aggiungi questo sito ai tuoi preferitiPreferiti
Imposta questa pagina come la tua home pageHomepage
Agorą
Lettere e Forum
Segnalazioni
Associazionismo
Comunicati
Formazione
Dagli Atenei
Orientamento
Lavoro
Concorsi
Orientamento
Impresa oggi
Link utili
Informazione
Associazionismo
Tempo libero
Utilitą varie
Link consigliati
Zenit.org
La nuova Bussola
   Quotidiana
Storia libera
Scienza e fede
Il Timone
Google
Bing
YouTube
meteo
mappe e itinerari
Google Maps e
  Street View
TuttoCittà Street
  View
Link amici
Facciamoci sentire



Questo sito utilizza Mambo, un software libero rilasciato su licenza Gnu/Gpl.
© Miro International Pty Ltd 2000 - 2005