PRIMA PAGINA
faq
Mappa del sito
Temi caldi
Temi caldi
Notizie
Attualitą
Politica
Economia
In Europa
Nel Mondo
Contrappunti
Intorno a noi
Cittą e Quartieri
La Regione
Religione
Notizie e commenti
Cattolici e politica
Documenti ecclesiali
Link utili
Cultura
Libri
Cinema
Musica
Fumetti e Cartoni
Teatro
Arte ed eventi
Storia
Scienze e natura
Rubriche
Focus TV
Sport
Mangiar bene
Salute
Amore e Psiche
Soldi
Diritti
Viaggi e motori
Tecnologia
Buonumore
Login Utente
Username

Password

Ricordami
Dimenticata la password?
Indicizzazione
Convenzioni


Notizie - Attualitą e Costume
L'UNICEF amica o nemica dei bambini? Stampa E-mail
Come testimonial Peter Singer, il filosofo che ritiene lecito uccidere neonati e bambini malati
      Scritto da Francesco Cassani
11/07/11

Bambini malati: tesori da proteggere o fastidi da eliminare?Il 20 giugno 2011, a Roma, l’UNICEF ha organizzato – con la Luiss e Unindustria - un convegno con il filosofo animalista australiano Peter Singer. In una nota del presidente di UNICEF Italia, Vincenzo Spadafora, si spiega che Singer è stato invitato “per il suo noto impegno filantropico, riconosciuto a livello internazionale e praticato in prima persona”.

Bisognerebbe ricordare, però, che il “filantropo” non solo è favorevole all’aborto (il che non scandalizza più l’UNICEF, considerato che da oltre dieci anni inserisce l'aborto tra i "diritti riproduttivi"), ma sostiene che possono essere considerati “persone” solo gli esseri umani con certe caratteristiche: razionalità, autocoscienza, autosufficienza, sensibilità al dolore.
Quanto ai neonati, ai bambini malati, ai pazienti in stato di coma, ai disabili (e perché non anche chi dorme?), si tratterebbe di “non–persone”, che è meglio uccidere! Il racconto di Philiph K. Dick sulle pre-persone si rivela inquietante profezia.

Insomma: l’UNICEF, che dovrebbe difendere i bambini, fa salire in cattedra il teorico dell’infanticidio!

Nella stessa nota (inviata a Famiglia Cristiana, che aveva dato notizia del convegno senza evidenziare le posizioni etiche di Singer, e aveva per questo ricevuto critiche), il presidente di UNICEF Italia si premura di specificare che “l’iniziativa non va in alcun modo ritenuta una condivisione, da parte nostra, di affermazioni fatte da Singer in contesti differenti da quello della filantropia, in particolare sul concetto di persona umana e sull’universalità dei diritti del bambino”.
Insomma: è come invitare un nazista a discettare delle sue iniziative “filantropiche”, senza condividere le sue idee razziste o eugenetiche...



Giudizio Utente: / 6

ScarsoOttimo 




Ricerca Avanzata
Aggiungi questo sito ai tuoi preferitiPreferiti
Imposta questa pagina come la tua home pageHomepage
Agorą
Lettere e Forum
Segnalazioni
Associazionismo
Comunicati
Formazione
Dagli Atenei
Orientamento
Lavoro
Concorsi
Orientamento
Impresa oggi
Link utili
Informazione
Associazionismo
Tempo libero
Utilitą varie
Link consigliati
Zenit.org
La nuova Bussola
   Quotidiana
Storia libera
Scienza e fede
Il Timone
Google
Bing
YouTube
meteo
mappe e itinerari
Google Maps e
  Street View
TuttoCittà Street
  View



Questo sito utilizza Mambo, un software libero rilasciato su licenza Gnu/Gpl.
© Miro International Pty Ltd 2000 - 2005