PRIMA PAGINA
faq
Mappa del sito
Temi caldi
Temi caldi
Notizie
Attualità
Politica
Economia
In Europa
Nel Mondo
Contrappunti
Intorno a noi
Città e Quartieri
La Regione
Religione
Notizie e commenti
Cattolici e politica
Documenti ecclesiali
Link utili
Cultura
Libri
Cinema
Musica
Fumetti e Cartoni
Teatro
Arte ed eventi
Storia
Scienze e natura
Rubriche
Focus TV
Sport
Mangiar bene
Salute
Amore e Psiche
Soldi
Diritti
Viaggi e motori
Tecnologia
Buonumore
Login Utente
Username

Password

Ricordami
Dimenticata la password?
Indicizzazione
Convenzioni


Cultura - Scienze e natura
Scienza: Chiesa e Islam Stampa E-mail
Il mito secondo cui la cristianità medievale sarebbe stata più arretrata del mondo islamico
      Scritto da Antonio Socci
17/02/09

Chiesa…

L’epistemologo Federico Di Trocchio, docente alla Sapienza di Roma, afferma (laicamente) che la scienza occidentale nasce con il cattolicesimo quando eredita “la razionalità sviluppata dai greci”.
Spiega: “ad avviso di molti storici, e io apprezzo molto la ricostruzione di Alistair Crombie, è stata la teologia cattolica a porre la razionalità al centro della propria ricerca e a mettere se stessa e la razionalità al centro della società.
Lo sforzo più significativo venne compiuto nel XII secolo dalla scuola arcivescovile di Chartres: si escludeva l’intervento diretto e continuo della divinità, si consideravano i fenomeni come regolati da leggi naturali poste da Dio e si riteneva il mondo conoscibile e spiegabile per via razionale” (Avvenire, 12/2).

… e Islam

“Nel corso dei miei studi piuttosto approfonditi, non sono mai riuscito a trovare una sola scoperta scientifica significativa compiuta nell’intera storia della civiltà islamica fino al XX secolo.
Gli esempi di risultati scientifici documentati da parte di studiosi islamici sono sostanzialmente banali. Tutta la fisica e tutta l’astronomia moderne derivano dall’opera dei cristiani Galileo e Copernico, che in pratica erano all’oscuro dell’opera degli scienziati islamici, e presero invece le mosse dall’opera dei greci Archimede e Tolomeo. Dal punto di vista della scienza, la civiltà islamica è come se non fosse esistita. Attribuisco questo fatto alle dottrine teologiche islamiche contrarie all’idea di legge naturale”.

Questo (fin troppo) drastico giudizio di Frank J. Tipler nel libro La fisica del Cristianesimo (Mondadori) ha fornito a Guglielmo Piombini (Radici cristiane, 41/2009) l’occasione per sfatare un mito che circola nelle società occidentali: che, cioè, la cristianità medievale fosse più arretrata del mondo islamico e debba ad esso le sue basi culturali e scientifiche.
Piombini in effetti capovolge questo luogo comune. Che tuttavia prospera oggi non per imposizione dei musulmani, quanto di un establishment ideologico laicista e anticristiano che “usa” strumentalmente l’argomento Islam per denigrare, attaccare e delegittimare il Cristianesimo.


 pubblicato su
Libero



Giudizio Utente: / 5

ScarsoOttimo 




Ricerca Avanzata
Aggiungi questo sito ai tuoi preferitiPreferiti
Imposta questa pagina come la tua home pageHomepage
Agorà
Lettere e Forum
Segnalazioni
Associazionismo
Comunicati
Formazione
Dagli Atenei
Orientamento
Lavoro
Concorsi
Orientamento
Impresa oggi
Link utili
Informazione
Associazionismo
Tempo libero
Utilità varie
Link consigliati
Zenit.org
La nuova Bussola
   Quotidiana
Storia libera
Scienza e fede
Il Timone
Google
Bing
YouTube
meteo
mappe e itinerari
Google Maps e
  Street View
TuttoCittà Street
  View
Link amici
Facciamoci sentire



Questo sito utilizza Mambo, un software libero rilasciato su licenza Gnu/Gpl.
© Miro International Pty Ltd 2000 - 2005